Dott.ssa Maria Grazia Abbamonte

"Psicologa Psicoterapeuta Dottore di Ricerca in Scienze dell'Educazione"

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedin

 

Se i bambini vivono con la sicurezza,

imparano ad avere fiducia in se stessi e nel prossimo.

Se i bambini vivono con la benevolenza,

imparano che il mondo è un bel posto in cui vivere”

 

Dorothy Law Nolte

 

Essere genitori, essere insegnanti, essere operatori impegnati nel campo

dell’educazione, in famiglia o nel sociale, oggi è qualcosa di diverso da ciò che era in

passato: i bambini e gli adolescenti ci invitano a cercare con loro una “nuova sintonia”

per poter comunicare, insegnare, giocare, trasmettere loro tutto ciò che ci sta a cuore.

Come realizzare questa nuova intesa, questa nuova sintonia nell’educazione?

E’ più importante l’autorevolezza o l’affettività? La comprensione empatica o

l’assertività? Come possiamo migliorare il nostro atteggiamento educativo con i nostri

bambini e poi con i nostri ragazzi adolescenti? Come possiamo affinare il nostro stile

comunicativo e il nostro comportamento per accrescere potenzialità affettive

e relazionali?

I nostri figli imparano ogni momento da noi genitori/educatori, rispondono costantemente

ai nostri comportamenti e messaggi: in ogni situazione, noi trasmettiamo

continuamente atteggiamenti, convinzioni, fiducia o sfiducia nella vita, benevolenza o

diffidenza, paura o incoraggiamento, riconoscimento o svalutazione, ostilità o positività.

Sicuramente i nuovi bambini e i nuovi adolescenti oggi ci invitano a cercare una nuova

formula educativa, un nuovo profondo atteggiamento di Mente e di Cuore, in una

reciproca evoluzione psicologica, affettiva, sociale e spirituale, che porti a mettersi in

gioco - ciascuno nella veste di padre, madre, insegnante, o educatore – per prendersi

cura in modo sano e costruttivo del proprio personale percorso di crescita interiore. Le

loro ansie di bambini e le loro crisi di adolescenti, le insoddisfazioni, le difficoltà scolastiche,

le richieste d’aiuto, le fughe, gli abbandoni, le separazioni, le perdite, la ricerca

di un’identità psicologica e sociale appagante e nuova, non ripetitiva, non scontata: tutti

questi aspetti vanno riconosciuti ed accolti, compresi nel loro più intimo significato di

desiderio di cambiamento e di ascolto, desiderio di guida e incoraggiamento da parte

dell’adulto, che non deve farsi cogliere disarmato e disorientato, ma ben attrezzato per

individuare la strada migliore da percorrere come guida, come educatore.

Con questa intenzione si propone un ciclo di incontri per genitori ed educatori intesi

come momenti di approfondimento, di scambio e confronto, di condivisione delle esperienze

e dei problemi, dei dubbi o delle proprie aspettative, di conoscenza delle principali

tappe dell’età evolutiva e di riscoperta delle proprie potenzialità, e quindi come occasione

di crescita e reciproco sostegno-aiuto nello sviluppo – nella relazione educativa

-delle migliori capacità di comunicazione, intimità, consapevolezza di sè, autonomia,

autostima, fiducia in se stessi e nell’altro.

 

 

 

 

Brano tratto da una Conferenza tenuta presso il centro Manipura, Roma.

Dallas Life Coaching
Life Coaches Dallas

Social Widgets